Le invasioni di Santa Claus, di Ed Wheeler

  • Le invasioni di Santa Claus, di Ed Wheeler
  • Le invasioni di Santa Claus, di Ed Wheeler
  • Le invasioni di Santa Claus, di Ed Wheeler
  • Le invasioni di Santa Claus, di Ed Wheeler
  • Le invasioni di Santa Claus, di Ed Wheeler
  • Le invasioni di Santa Claus, di Ed Wheeler
  • Le invasioni di Santa Claus, di Ed Wheeler
  • Le invasioni di Santa Claus, di Ed Wheeler
  • Le invasioni di Santa Claus, di Ed Wheeler
  • Le invasioni di Santa Claus, di Ed Wheeler
  • Le invasioni di Santa Claus, di Ed Wheeler
  • Le invasioni di Santa Claus, di Ed Wheeler
  • Le invasioni di Santa Claus, di Ed Wheeler

Ci siamo: anche quest’anno dicembre è arrivato, i preparativi per il Natale sono in fermento, l’albero, le luci, gli addobbi, il presepe e d’ovunque i colori del Natale si dipingono per le strade.
In tutto questo “affaccendarsi” ai preparativi per le feste natalizie, non dimentichiamo uno dei protagonisti indiscussi, Babbo Natale, Santa Claus in inglese, che nel frattempo si è divertito a fare delle “simpatiche invasioni” tra i quadri più famosi di sempre.

Il risultato? Santa Classics, una serie di umoristici autoritratti di Santa Claus, firmati da Ed Wheeler, artista americano, che con incredibile ironia ha voluto celebrare e rendere omaggio alle opere d’arte dei grandi maestri senza tempo come Monet, Renoir, Vermeer, Caravaggio, Degas e tanti altri, proponendo le celebri pitture ‘invase’ da un divertente e alquanto insolito ospite, Babbo Natale.
E’ un Santa Claus che s’inserisce all’interno delle opere con deliziosa ironia, confrontandosi con i protagonisti delle stesse, pur  mantenendo sempre il giusto rispetto nei confronti dei personaggi.

Ci troviamo un Babbo Natale che, per esempio, fa incursione con grazia nell’inconfondibile Venere del Botticelli, che fa irruzione tra le ballerine di Degas,  rimanendo in un rispettoso silenzio per non disturbarle e con un delizioso mazzo di girasoli, nascosto dietro la schiena.
Cosa penserebbe lo stesso Caravaggio che si vede arrivare Babbo Natale nella sua Cena in Emmaus,  mentre i due discepoli di Cristo stanno desinando? E nemmeno lo stesso Santa Claus può resistere alla tentazione di addobbare con luci natalizie, il ponte di uno degli inconfondibili giardini con i gigli d’acqua, soggetto tra i più celebri del grande pittore impressionista Monet.

 

L’ironia e il genio di Ed Wheeker con cui affronta le opere dei grandi maestri non può che farci sorridere, soprattutto adesso che siamo in pieno periodo natalizio.
Tutte le curiose e simpatiche incursioni di Santa Claus nei capolavori d’arte, sono ormai diventate molto apprezzate nel mondo e si possono ammirare al Philadelgia Museum dal 6 fino al 21 Dicembre di quest’anno. Lo stesso museo è il primo al mondo a pubblicare la ricca serie di Babbo di Ed Wheeler, realizzata in oltre 25 anni di lavoro, in  una linea classica di biglietti di auguri, disponibili nel loro negozio on-line.

 

Non ci resta che augurarvi una buona visione di Santa Claus, nell’attesa dei regali sotto l’albero. Nel frattempo, mettetevi alla prova e provate a riconoscere tutte le opere d’arte dove Babbo Natale ha fatto irruzione!

Share This

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>